Prossimi eventi in Umbria

Ritorna l’appuntamento annuale con cantine aperte in Umbria.

50 cantine umbre che apriranno le porte a tutti gli amanti del vino nei giorni 26 e 27 Maggio.

Un’edizione dedicata all’abbinamento vino-cibo

 

L’edizione di quest’anno è tutta dedicata all’abbinamento del vino con il cibo con tanti cooking show, pranzi, cene e degustazioni con piatti tipici umbri.

Potrete scoprire i perfetti abbinamenti da fare in tavola, all’insegna del buon cibo e della sana alimentazione.

L’evento entra nel vivo sabato 26 con la tanto attesa cena “A Tavola col Vignaiolo” in 19 cantine: Cantina Goretti e Cantina Chiorri a Perugia, Antonelli San Marco, Cantina Fongoli, Le Cimate, Milziade Antano Fattoria Collealodole a Montefalco, Lungarotti e Terre Margaritelli a Torgiano, Agricola Palazzone, Cantina Poggio Cavallo, Tenuta Vitalonga e Tenuta di Salviano a Orvieto/ Lago di Corbara , Colle di Rocco a Cannara, Cantina Baldassarri a Collazzone, Tenuta San Rocco, Roccafiore, e Fattoria di Monticello a Todi, Madrevite a Castiglione del Lago, Azienda Agricola Pucciarella a Magione.

Per maggiori informazioni e prenotare le cene potete contattare le singole cantine.

Per tutti i dettagli e le cantine disponibili è possibile visitare il sito web www.movimentoturismovino.it

 

Per non perdervi i sapori e i colori tipici del vino umbro prenotate subito un soggiorno nel nostro agriturismo, a pochi chilometri dalle maggiori cantine umbre.

Festa dei Ceri a Gubbio

 

Ritorna il 15 Maggio 2017 la ormai famosissima Corsa dei Ceri, la manifestazione che si svolge nella città di Gubbio e che coinvolge tutti gli abitanti della città e moltissime persone venute da tutte l’Umbria e da fuori per ammirare la tradizionale ed emozionante manifestazione.

Cosa sono i Ceri

 

I ceri sono tre strutture completamente in legno, formate da due prismi ottagonali sovrapposti e rinforzati da un telaio di legno che si trova all’interno e che viene attraversato da un asse.
L’asse fuoriesce esternamente con due “timicchioni”, di cui quello in basso si stabilisce su un supporto chiamato “barella” che viene utilizzato per il trasporto sulle spalle. L’asse che si trova più in alto consente di fissare sulla sommità tre piccole statue che rappresentano i Santi Patroni delle Corporazioni:

  • S. Ubaldo (santo patrono protettore della città), protettore per i muratori
  • S. Giorgio, protettore per i commercianti
  • S. Antonio, protettore per i contadini.

La parte visibile del Cero è composta da tavolette in abete, fissate su una struttura centrale fatta con legno di olmo, mentre le altre parti sono in legno di faggio e di quercia.

Le tre parti che compongono i ceri vengono unite in occasione delle Festa del 15 Maggio.

Durante tutto l’anno i Ceri e le barelle sono depositati nella Basilica di S.Ubaldo che si trova in cima al monte Ingino mentre le statuette raffiguranti i Santi sono conservate nella chiesa di S. Francesco della Pace.

Storia dei Ceri

 

Le origini della Festa dei Ceri sono antichissime e diverse sono le ipotesi dei studiosi circa la sua vera origine.

Le ipotesi più riconosciute della corsa sono due: quella religiosa e quella pagana.

Secondo l’ipotesi religiosa la Corsa rappresenta un atto di devozione al vescovo eugubino Ubaldo Baldassini, morto il 16 Maggio 1160.

L’ipotesi pagana, di cui si hanno meno prove documentali, vede la corsa come una rievocazione molto antica della festa pagana in onore di Cenere, la Dea Romana delle messi.

Programma della festa dei Ceri

 

La Festa inizia la mattina del 15 Maggio alle 5:30 con il suono dei tamburi che sveglia i due Capitani dei Ceri. Alle ore 8:30 nella chiesa dei Muratori si celebra la santa messa dove i ceraioli eleggono i Capitani.

Intorno alle ore 9:30 si consuma la tradizionale colazione a base di pesce.

In Piazza Grande, a mezzogiorno, ha luogo la spettacolare “alzata” dei Ceri e i loro tre giri della piazza. Dopo aver effettuato la “mostra” per le vie della città, i ceri vengono deposti in via Savelli, dove rimarranno fino al momento della corsa.
Nel pomeriggio inizia la processione con la statua di Sant’Ubaldo che va dal Duomo fino in cima a Via Dante, dove il Vescovo benedice i Ceri, che iniziano così la loro spettacolare corsa attraverso vie principali della città. Dopo aver passato le via eugubine i ceri tornano in Piazza Grande e compiono altri tre giri raggiungendo la Porta dell’Angelo per iniziare la salita al monte Ingino.

Durante la corsa i Ceri oscillano paurosamente, sfiorando e spesso toccando finestre, mura e palazzi. Le regole ferree tramandate negli anni prevedono che l’ordine della corsa sia: S.Ubaldo, S.Giorgio, S.Antonio. I ceri devono correre alla massima velocità possibile, non possono superarsi e se uno cade gli altri che seguono devono aspettare.

E’ possibile consultare il programma dettagliato qui: www.ceri.it/programma-della-corsa/

L’atmosfera in cui si svolge la manifestazione è uno dei punti forti che rendono questo evento imperdibile: già la sera del 14 Maggio le vie di Gubbio diventano un luogo di allegria e festa con musica, balli, taverne e ristoranti dove mangiare e bere. L’ attaccamento e il forte senso della tradizione degli ceraioli eugubini è un altro elemento che ha reso unica questa festa. I ceraioli e possono essere ogni cittadino di Gubbio di nascita o di diritto diventato. In tempi antichi si tramandava di padre in figlio, oggi la scelta è libera, ma comunque sempre condizionata dalle tradizioni di famiglia.  L’imperativo di ogni ceraiolo è quello di contribuire al successo della corsa e al rispetto delle regole. I punti della “filosofia del ceraiolo sono: fare una bella figura, evitare pendute, cadute e distacchi, avere una corsa spedita, superare le possibili difficoltà.

Dormire vicino a Gubbio per la corsa dei Ceri

 

Il nostro agriturismo vicino a Gubbio rappresenta il luogo ideale per prenotare il vostro soggiorno: potrete rilassarvi lontano dal caos e dal sovraffollamento che contraddistingue la città eugubina durante la manifestazione e dalla nostra posizione riuscirete a raggiungere comodamente la città di Gubbio con meno di mezzora di automobile e potrete assistere alla famosa Corsa. Le nostre camere sono ideali per chi viaggia in coppia o per le famiglie che vogliono solamente dormire; invece nei nostri appartamenti potrete anche cucinare e godervi il soggiorno il mezzo alla natura.

Prenotate ora per non perdervi uno degli eventi più caratteristici della nostra amata Umbria famoso in tutta Italia ed Europa